Dal 27 luglio al 3 agosto, a Lari (Pisa), si svolgerà la 21^ edizione del festival COLLINAREA

Organizzato dalla Compagnia Scenica Frammenti e Fondazione Pontedera Teatro, in collaborazione con i comuni di Casciana Terme-Lari, Ponsacco e Crespina.

LariScena nasce nel 1998, dopo una prima collaborazione tra la compagnia di giro “Scenica Frammenti” e l’amministrazione comunale, successivamente diventato il Collinarea Festival. Sono trascorsi oltre 20 anni e nonostante sia stato necessario, negli anni, ridimensionarsi e riadattarsi, il festival è cresciuto ed è diventato un evento che coinvolge molti comuni del territorio e ogni anno è capace di stupire, insegnare e far divertire i suoi spettatori.

Il Collinarea è una grande festa in onore del teatro, che promuovere la cultura del teatro e l’arte in generale; e inoltre da anni offre l’occasione al paese di Lari di essere conosciuto e visitato.

Quest’anno il tema conduttore dei laboratori, incontri, progetti e spettacoli, sarà “CONNESSIONI “: lo scopo è di creare collegamenti umani e artistici e di riflettere quanto e come gli uomini siano connessi tra di loro e con il mondo che li ospita.

Una splendida programmazione tra spettacoli e laboratori, con artisti storici, volti noti al pubblico, ma anche tante nuove realtà artistiche, si svolgerà nel centro storico di Lari, che per l’occasione diventerà un teatro a cielo aperto.
Ogni giorno dal pomeriggio sino a tarda notte, ospiterà le persone che verranno a vedere gli spettacoli e troveranno un luogo particolare dove incontrarsi, confrontarsi e cenare. Saranno infatti le persone, la presenza fondamentale a rendere, ancora una volta, l’intero paese di Lari un grande palcoscenico.

La giornata di apertura del 27 luglio vedrà come ospite Bobo Rondelli in veste di scrittore, il quale infatti presenterà il suo libro autobiografico “Cos’hai da guardare”, per poi proporre uno spettacolo inedito, tra racconti e musica.

Seguiranno tutti gli appuntamenti in programma, fino ad arrivare alla giornata finale del 3 agosto con la messa in scena di “In Casa Cupiello”, ispirata a Natale in casa Cupiello di Eduardo De Filippo, dove verranno coinvolti i partecipanti dei quattro laboratori del programma e che vedrà la partecipazione della banda, degli esercizi commerciali e degli abitanti di Lari.

Per finire, un concerto dei Musicanti di San Crispino, una band di 14 ottoni che chiuderà in gran festa questa edizione di Collinarea.

Translate »